Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Un prodotto Angelini

29/04/2019

Consigli

2 minuti

Tuo figlio ha l’influenza? Scopri come evitare che si ammali tutta la famiglia!

Consigli, suggerimenti e buone pratiche igieniche per rendere l’ambiente di casa confortevole e sano per tutti, evitando che i bambini malati contagino anche fratellini e genitori.

Quando un bambino si ammala, per evitare che si contagino anche fratellini e genitori è importante seguire alcune buone pratiche di igiene personale e in casa.

Scopri le più importanti.

Come si trasmettono i virus di influenza e raffreddore?

Quando un bambino si ammala, una delle sfide più grandi per i genitori è evitare che il bambino passi l’influenza a tutta la famiglia. La trasmissione dei virus infatti, sia nella fase di incubazione che durante la febbre, avviene per via aerea attraverso il contatto diretto con le persone malate. La trasmissione può verificarsi tramite le gocce di saliva (colpi di tosse e starnuti) ma anche toccando oggetti di uso comune contaminate dalle secrezioni respiratorie. Ecco perché con alcune buone pratiche e piccole accortezze, sia a livello personale che nell’ambiente di casa, si può ridurre di molto il rischio di contagio.

Le regole fondamentali per evitare il contagio? Lavarsi bene le mani e bere molto.

Lavarsi le mani bene e spesso con acqua e sapone, per almeno 40-60 secondi ogni volta (specialmente dopo aver tossito o starnutito), e asciugarle. I disinfettanti per le mani a base alcolica riducono la quantità di virus influenzale delle mani contaminate e possono rappresentare una valida alternativa in assenza di acqua. Tossire e starnutire in un fazzoletto, evitando di avere le mani davanti la bocca, sono le regole fondamentali per limitare la diffusione dei virus. Inoltre è utile bere molto e seguire un’alimentazione ricca di frutta e verdura, il cui apporto di vitamine e sali minerali aiuta il sistema immunitario a difendersi meglio.

Come pulire la casa per evitare il diffondersi dei virus?

È fondamentale disinfettare le superfici che si toccano spesso, come tavoli, maniglie e interruttori. Biancheria e stoviglie vanno lavate almeno a 60-90 °C, così da uccidere i virus con le alte temperature.
La cucina e il soggiorno sono le stanze che spesso sottovalutiamo di più, invece è importante lavare spesso cuscini, plaid, tappeti e coperte, e, soprattutto, telefoni, telecomandi e devices elettronici: i germi infatti si trasmettono più facilmente attraverso superfici non porose, come plastica, legno e metallo. E la camera? Arieggiarla cinque volte al giorno, 5-10 minuti alla volta, è il modo migliore per allontanare i germi.
In bagno, oltre alla pulizia quotidiana, è consigliabile tenere separati gli asciugamani e lo spazzolino da denti dell’ammalato da quelli dei familiari sani.

Come evitare il contagio dell’influenza tra fratellini?

È importante mantenere puliti e riuniti nella stessa stanza i giocattoli usati più spesso dal piccolo malato: in particolare, se si tratta di bambole e orsacchiotti di pelouche, un bagnetto con acqua calda e detersivo ogni tanto è utile per l’igiene ed è anche un modo per giocare con il tuo bambino. Per proteggere i fratellini, l’ideale è farli dormire e mangiare in stanze diverse, almeno finché la febbre è alta: la distanza ravvicinata imposta dall’essere seduti allo stesso tavolo e la naturale conversazione aumentano il rischio di contagio.

Altri Articoli da "Consigli"